L’inutilità della vanzinità

Una delle tante cose che mi mettono tristezza durante le festività natalizie (escluso il natale, i regali, i tg natalizi, il papa, la chiesa in generale, il presepe, l’albero di natale, la falsa bontà, l’ipocrisia ecc.) sono i film che entrano a far parte della categoria cinepanettone. Forse non tutti sanno che “Natale in India”, prima ancora di essere un film dei maestri del nulla Vanzina, è in reltàuna poesia di Kipling, nato a Bombay nel 1865 e premio Nobel per la letteratura nel 1907. Questa è per me, per voi, per i fratelli Vanzina, per tutti quelli che gli regalano soldi, per tutti quelli che hanno il coraggio di ospitarli in tv, per tutti quelli che la pensano come me, per tutti quelli che non la pensano come me, per l’India, per i bravi registi, per chi ha ancora voglia di leggere una poesia preferendola ad un film di Vanzina, per il consumismo natalizio, per i regali inutili, per le comparse nei presepi viventi.

Natale in India

Alba opaca dietro le tamerici, giallo zafferano il cielo –                                                            mentre le donne al villaggio macinano il grano      (altro…)

Annunci

gennaio 4, 2010. Tag: , , , . arte, cinema, letteratura. Lascia un commento.

CRONACHE DEL DOPOBOMBA QUANDO IL FUMETTO DIVENTA REALITY

Questo vecchio saggio parla del nesso tra reality show e “Cronache del dopobomba”, grande racconto di Philip K. Dick ripreso successivamente sotto forma di fumetto da Bonvi negli anni ’70. Ho deciso di ripubblicarlo perchè mi è capitato nelle mani mentre sentivo parlare di Iran, di summit per l’ambiente a Copenhagen, di grande fratello, di torte di mele.

Introduzione

Con questo lavoro ho cercato di analizzare dei temi particolarmente attuali che, nel bene e nel male, hanno catturato la nostra attenzione primo perché un argomento riguarda la sicurezza del nostro pianeta, secondo perché l’altro argomento ha fatto sprecare parole e tempo un po’ a tutti noi. Per puro caso ho avuto la fortuna di conoscere un fumetto che purtroppo non ha avuto il successo dei Peanuts, dei fumetti disneyani o del più recente Dylan Dog, riferendomi soprattutto al consumatore di fumetti medio, ma che personalmente trovo una vera opera d’arte che, come molte opere letterarie, musicali e cinematografiche, risulta sempre attuale e pare non invecchiare mai. (altro…)

gennaio 2, 2010. Tag: , , , , , . letteratura, televisione. Lascia un commento.

A sangue freddo

dovevamo aspettare il secondo album de IL TEATRO DEGLI ORRORI per sentire parlare del poeta, scrittore e attivista nigeriano Ken Saro-Wiwa, omaggiato con la title track “A sangue freddo”.

Ken Saro-Wiwa e altri otto attivisti vennero impiccati il 10 novembre 1995 al termine di un processo farsa. Fondatore del Movimento per la sopravvivenza del popolo Ogoni (Mosop), Saro-Wiwa si batteva da anni contro i danni ambientali causati dalle attività petrolifere della Shell nella regione dell’Ogoniland, nel sud della Nigeria, e contro la miseria e l’arretratezza a cui il governo nigeriano condannava il suo popolo. Lo scrittore era riuscito a mobilitare migliaia di persone, a bloccare la produzione di greggio della Shell e a minare il sistema di corruzione e autoritarismo su cui si reggeva il regime di Abacha. Prima che venisse impiccato, Saro-Wiwa disse: «Il Signore accolga la mia anima, ma la lotta continua» (corriere della sera, 9-9-2009). (altro…)

dicembre 29, 2009. Tag: , , . letteratura. Lascia un commento.

Pazzia e LSD

Questi che state per leggere sono dei pezzi tratti da un racconto di Charles Bukowski dove si parla di LSD, di televisione e di viaggi. Personalmente trovo questo racconto molto attuale, anzi, talmente attuale che non posso fare a meno di condividerlo con chi lo conosce già e con chi non ha mai avuto il piacere di leggerlo.

Ci avete mai fatto caso che LSD e televisione a colori hanno fatto una comparsa simultanea nel mondo dei consumi?due divisioni martellanti e colorate. e noi, cosa facciamo? mettiamo l’una fuorilegge e incasiniamo l’altra. la tivù è una cosa inutile, così com’è oggi, in mano a certa gente. questo è poco ma sicuro. (altro…)

dicembre 28, 2009. Tag: , , . letteratura. 1 commento.