La vera opposizione

Ma cosa vorranno mai dire MAGGIORANZA e OPPOSIZIONE, continuo a chiedermelo ma non trovo una soluzione razionale che tenga conto di tutte le varianti del caso. Tutti noi da sempre, ad un certo punto della nostra vita ,siamo costretti a scegliere se stare a destra o a sinistra solo perchè questo ci viene imposto dalla società e chi rifiuta questa dicotomia viene etichettato come anarchico (nella sua accezione più negativa), come persona senza alcun senso civico, come ribelle, come esibizionista. La storia ci dimostra continuamente che sono sempre esistiti i centri di potere e il popolo, il popolo, continua a subire ingiustizie che nelle varie epoche hanno cambiato solo la forma ma non la sostanza, mai. Nel corso dei secoli abbiamo subito, come popolo, assolutismi, tirannie, teocrazie, dittature, democrazie e, tra queste, non trovo nessuna differenza. 

In questa epoca di soprusi, discriminazioni e disuguaglianze chiamata simpaticamente era  democratica, non accade niente di diverso, troviamo come al solito una società piramidale che attualmente viene mascherata come “governo del popolo” ma è solamente un’altra forma di schiavitù. Destra e sinistra sono solo un nuovo metodo “democratico” per tenerci divisi, ci fanno schierare per questo, perchè sanno troppo bene che quando saremo tutti uniti il loro potereandrà a farsi fottere nel giro di un’ora. La mela nella foto rappresenta la nostra situazione attuale, siamo divisi e chi muove tutti i fili non si vede, per questo lottiamo tra noi, non abbiamo ancora capito chi è il nostro vero avversario. Questa democrazia si basa su disuguaglianze insostenibili, il prossimo post illustrerà quello che siamo e quello che dovremmo fare, ma il nostro egoismo ci impedirà di farlo, ovviamente.

Annunci

gennaio 12, 2010. Tag: , , . politica.

2 commenti

  1. Safius replied:

    Sono d’accordo cambia il nome ma nn la sostanza dei fatti, il problema e che nessuno riesce a fare capire ai altri che dovremo unire tutti in un unica direzione per migliorare la nostra situazione ma chi può farlo nn lo fa perchè nn gli conviene.

  2. Francesco replied:

    Quello che effettivamente dovrebbe distinguerci è l’idea non l’adesione ad un partito che comunque nella sua struttura replica, come dici anche tu, le stesse sfumature di potere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback URI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: