News fight: tg1 vs. il fatto quotidiano

Oggi, 30 dicembre, sono riuscito ad uscire di casa al mattino (ovvero alle 12:00, che io chiamo alba senza rugiada) e, con enorme sorpresa, ho trovato in edicola una copia de “il fatto quotidiano”. Dopo aver fatto tutto quello che dovevo fare (un cazzo) sono rientrato a casa giusto in tempo per vedere il tg1. Ora, non voglio fare critiche o prendere le parti dell’uno o dell’altro, ma trovo molto divertente/opprimente quello che ho prima letto e poi visto tanto che non ho potuto fare a meno di trasformarlo in uno scontro. Non intendo fare ironia, è troppo facile. Partiamo dal tg1: il tg inizia con un servizio sul pericolo alluvioni in Toscana, con intervista al responsabile della protezione civile toscana per passare, come per magia e all’interno dello stesso servizio, ad avvisarci che quello che sta per finire è stato il decennio più caldo ma il 2010 lo sarà ancora di più. Il secondo servizio parlava dell’attentato sfumato contro gli americani, sottolineando il rimprovero di Obama contro chi doveva sorvegliare – servizio da quasi 5 min. – A seguire si è parlato di Iran e, più precisamente, della censura che applica il governo per nascondere le manifestazioni dell’opposizione (e si, per l’Iran si può). subito dopo un trittico meraviglioso: attentato in Iraq, ma in15 secondi è difficile capire cosa sia successo; Natzinger cita Dio “la donna non essere schiava ma compagna” e altro; occupazioneincalonellagrandeindustriadell’1,6% – nellapiccoladel3,7%, anche qiu la regola dei 15 sec. POLITICA: l’agenda 2010, riforme. la giornalista cita Di Pietro, Casini e Bonaiuti; 10 sec. di Migliavacca (pd) e idem di Capezzone (pdl); citazioni di Calderoli, Rotondi, Cicchitto, Pannella. Di nuovo la regola dei 15 sec. per dire autostrade più care a Gennaio. Subito dopo arriva il treno degli ampi servizi (ben 10):1°) 1 tonnellata di gamberisurgelati spacciati per freschi, 500T sequestrate in un anno con 700 uomini impiegati; 2) Fiumicino: sequestro droga, che veniva nascosta ovunque (cioccolati, perette ecc.), bilancio 2009 e complimenti per i cani antidroga; 3) restano sotto sequestro i quadri di tanzi, Monet, Picasso ecc; 4) blitz al centro di Milano contro i clandestini, 9 persone in questura, 59 identificate e 9 appartamenti perquisiti; 5) tempo di bilanci, la più bella del decennio è Angelina Jolie, seconda la Aniston che, dopo aver ceduto il marito B. Pitt alla Jolie si consola con il primo posto come donna più sexi del 2009, quella che tutti vorrebbero baciare; 6) grande fiaccolata nelle dolomiti con più di 300 partecipanti tra istruttori e turisti; 7) capodanno: Parigi meta preferita dagli italiani, locali aperti sino alle 7:00 e si possono travasare gli alcolici in bottiglie di plastica. 1 ora di effetti speciali, bocciata carbon tax a Sarkozi; 8) proposta cenone da 5 € a persona con dolce buccellato fatto dagli scarti delle feste, si mostra la ricetta; 9) rubrica motori (ma solo perchè è mercoledì), nuova volvo c30 e nuova bmw serie5; 10) i cartoni di Luc Besson. Per oggi e tutto. No, non va bene, non hanno parlato dei bbotti, i bbotti no, pecchè pecchè. Passiamo al “fatto”. Prima pagina dove spunta un titolone sulla cerimonia per il decennale della morte di Craxi; p. 2) interamente dedicata al caso cl (come; non sapete niente?) dove un dirigente della sanità viene sospeso perchè svela tutti i retroscena sulle nomine negli apparati lombardi; p. 3) inchiesta sulle carte del sismi trovate a Roma + Carfagna: punire chi va con le prostitute (concorrenza sleale); p. 4) interamente dedicata alle primarie in Puglia; p. 5) intervista ad Arturo Parisi e un pezzo sul fatto che Le Monde ieri ha dedicato un articolo al sindaco di Lamezia Terme, Speranza; p. 6) Negazionismi. Tuttobettino: si parla della cerimonia e Travaglio sotto spiega come rubava; p.7) il futuro dell’IDV, TAV anche il governatore occupa i binari, la crisi colpisce la chiesa: le cassette delle offerte piangono; p. 8/9 Dal mondo: si spiega chi fosse realmente l’attentatore di Detroit, Frattini e le sue vicende, Iran, afghanistan: feriti 2 italiani dal fuoco amico; p. 10/11 interamente dedicate al futuro del popolo viola (la fiorentina non centra); p. 12/13 economia: Ryanair via dall’Italia a gennaio e i misteri dello scudo fiscale. A seguire “Secondo tempo” con notizie su cultura, sport, televisione, web, unarticolo di Pasquino (chi è Pasquino) intitolato “La retorica degli pseudoriformisti) e, per finire, la posta dei letto. Differenze, analogie, faziosità? Forse questo post meriterebbe un blog tutto suo, partendo magari da gennaio 2010 e inserendo almeno un altro giornale e un altro tg.

Annunci

dicembre 30, 2009. Tag: , . cose che la tv non dice, politica, televisione.

One Comment

  1. gianmarco lorenzi scarpe replied:

    A large percentage of of what you point out happens to be supprisingly precise and it makes me wonder why I had not looked at this in this light previously. This particular article really did switch the light on for me as far as this specific subject matter goes. Nonetheless there is actually just one point I am not too comfy with and while I try to reconcile that with the main theme of the point, let me see what all the rest of your subscribers have to say.Very well done.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback URI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: